Giappone low-cost (o quasi)

Il Giappone è uno di quei posti da visitare almeno una volta nella vita. È un paese meraviglioso, un paese dove comprendi davvero cosa significhi il rispetto, verso gli altri esseri umani e il territorio, dove tutto funziona perfettamente, dove le persone tendono alla collaborazione e cooperazione e non all’individualità. È un paese che sa cambiare molto velocemente anche semplicemente passando da una strada all’altra; dal delirio di luci, colori e suoni di un determinato quartiere di Tokyo, all’atmosfera più tradizionale e antica di Kyoto.

È un paese dove le persone non è vero che sono fredde o imprenetrabili come spesso si crede o si sente dire, sono semplicemente terribilmente timide, attentissime a non disturbare gli altri specialmente se stranieri e profondamente oneste.
E non è neanche vero che è un paese così caro o inavvicinabile come si pensa.. con le giuste accortezze si può fare un viaggio in Giappone di 10/14 giorni senza spendere un capitale.

Tempio Buddista a Koyasan

Tempio Buddista a Koyasan

Volare
Qui il trucco principale sta nel beccare le offerte che le compagnie aeree spesso fanno sui viaggi a lungo raggio.
La Qatar ad esempio, quella che noi abbiamo preso, spesso le fa.
A dicembre 2012 uscì un’offerta con il 35% di sconto su tantissime destinazioni tra cui Tokyo, il biglietto A/R ci è costato solo 520 euro.
È bene poi scegliere periodi dell’anno non proprio di alta stagione, evitate il più possibile l’estate sia per il costo del biglietto che per il caldo mostruoso che fa in quel periodo. Primavera ed autunno sono i periodi migliori

Dormire
La svolta è soggiornare con Airbnb. Per tanti motivi tra cui il risparmio e la possibilità di entrare davvero in contatto con la cultura del paese. Io prima del Giappone non lo avevo mai utilizzato e devo dire che mi è piaciuto tantissimo.
I nostri host erano una coppia internazionale, lei giapponese e lui americano; simpaticissimi, molto disponibili ed estremamente gentili.
La nostra era una stanza privata, una tipica stanza giapponese con il tatami, il pavimento giapponese fatto da pannelli di paglia di riso, e il futon, classico letto giapponese. Comodissimo!

Da loro ad esempio una settimana costa circa 200 euro, ovviamente sto parlando del costo/stanza e non a persona.
La cosa migliore è evitare gli alloggi nelle zone centrali di Tokyo o nei quartieri più famori come Shibuya, Ikebukuro o Roppongi, ma preferire zone un po’ più di periferia ma comunque ben collegate dalla metro.
La nostra casa si trovava a Musashino, fermata Musashi-Sakai della linea JR Chuo Line; eravamo a 5 minuti dal Museo Ghibli, a 15 minuti da Shinjuku e a 20 da Shibuya e Tokyo Station; praticamente perfetto!

Nara

Nara

 

Muoversi
La cosa migliore da fare, se avete intenzione di non rimanere sempre nella stessa città ma di muovervi verso altre magari anche con uscite giornaliere è il Japan Rail Pass. Questo pass vi permette di usufruire di *tutte* le linee JR, treni, metro e navi, shinkansen compresi.
Preparatevi prima una bozza di itinerario che volete fare per capire se vi conviene più quello da 7 giorni o da 14. Se ad esempio passerete 10 o 12 giorni in Giappone di cui magari 4 a Tokyo vi conviene quello da 7 giorni. Se pensate di andare anche a Kyoto il pass vi sarà particolarmente utile perchè in una giornata a testa potrete visitare anche Nara (adorabile!!), Osaka, Hiroshima e l’isola di Miyajima, con al massimo un’ora di viaggio in treno.
Il sito migliore su cui acquistarlo è quello di HIS, dove il pass da 7 giorni seconda classe costa 213 euro, mentre quello da 14, 339 euro.

Japan Rail Pass

Japan Rail Pass

Dove non potrete utilizzare il Japan Rail Pass entrano in scena le cosidette IC Card, sono carte ricaribili che potete fare alle macchinette della stazione che vi permetteranno di utilizzare qualsiasi tipo di metro o trenino anche di operatori diversi! Noi abbiamo fatto la Suica, e un solo viaggio in metro può costare dal 120 ai 190 yen, quindi dagli 80 centesimi a poco più di 1 euro.

Mangiare
Ah beh, qui avete davvero l’imbarazzo della scelta. Potete mangiare ovunque, ad ogni ora e qualsiasi cosa. In Giappone difficilmente troverete ristoranti come in Italia dove fanno un po’ “di tutto”. Sono molto specifici: troverete ristoranti o localini che fanno solo spiedini (gli yakitori ad esempio) o solo gyouza (i ravioli), troverete quelli che fanno solo sushi, altri solo ramen, altri solo tendon e via discorrendo.
In stazione trovate molti chioschi che vendono bento a portar via dalle 800 yen, poco più di 6 euro, ai 1500 yen, circa 12 euro dove riuscite a mangiarci anche in due per quante cose ci sono dentro!

Bento preso in stazione

Bento preso in stazione

Il Giappone è il paese delle cose assurde.. quindi troverete anche ristoranti o simil fast food dove all’ingresso vi sono macchine automatiche dove potrete scegliere i piatti che desiderate mangiare, pagare in maniera autonoma e ritirare un bigliettino da dare alla cameriera.
I piatti hanno prezzi dai 600 ai 1000 yen, e con uno da 700, ad esempio, mangerete zuppa di miso, riso, dolce al tofu e tonkatsu con uovo e verdure. Ne uscirete super sazi :)
Inoltre molto spesso vicino ai grandi templi trovate mercati e fiere piene di bancherelle di street food, dai dolci agli spiedini ai pesci salati.
Con pochi euro potete davvero tranquillamente pranzare.

Street Food a Tokyo

Street Food a Tokyo

Telefonare/Internet
Telefonare dal Giappone tramite il proprio operatore telefonico costa tantissimo. Quello che potete fare è affittare un cellulare con sim che vi permetterà di chiamare o scrivere SMS. Noi però abbiamo optato per un’altra possibilità che ci ha permesso di avere internet sempre per tutto il periodo del viaggio. Abbiamo acquistato una sim con solo traffico dati che ci ha permesso non solo di condividere il nostro viaggio sui social network, ma anche telefonare tramite Skype e soprattutto utilizzare mappe, Foursquare e altri servizi utili. Le sim si possono acquistare da b-mobile e sono di due tipi: o con 1 GB di traffico dati oppure con traffico dati unlimited ma ad una velocità leggermente inferiore. Sono sim prepagate, entrambe con una validità iniziale di 14 giorni, che però possono essere ricaricate per altri 14 giorni.
Costano circa 30 euro e possono essere spedite ovunque vogliate, anche all’albergo o l’alloggio che avete scelto. Spediscono solo in Giappone.

Shopping
Qui ho ben poco da dire per risparmiare.. se non di armarmi di tanta buona volontà cercando di resistere il più possibile :D
Il Giappone è il paradiso dello shopping, trovate assolutamente di tutto, le cose più assurde e più kawai che avete mai visto nella vita.
Ma poi, parliamoci chiaro, un po’ di sano shopping ci sta tutto :P

Nara

Nara

0 Comments

Leave a Reply

%d bloggers like this: